Tecnologia e innovazione al servizio delle aziende

Enterprise Application Integration

L’obiettivo dell’Enterprise Application Integration è di fare comunicare fra loro, in modo ottimizzato, applicazioni di tipo eterogeneo. Nelle aziende esiste un parco applicativo che è stato costruito nell’arco di molti anni con costi notevoli. L’avvento del mondo Web 2.0, di SOA e del Cloud Computing non deve spaventare in quanto la maggior parte delle componenti applicative esistenti può essere in qualche modo modificata e integrata nelle nuove infrastrutture tecnologiche con un costo ridotto rispetto alla riscrittura completa delle applicazioni.
eai01Le tecnologie di integrazione, anche se hanno spesso cambiato nome e si sono evolute dal punto di vista delle prestazioni e della semplicità di utilizzo, rimangono le stesse di quindici anni fa quando si sono fatti i primi passi per l’integrazione delle applicazioni legacy e client server con il mondo web. La differenza principale è che, all’epoca, era necessario scrivere manualmente tutto il codice di integrazione mentre oggi, i vari integration server, i broker di messaggi e gli Enterprise Service Bus nascondono la complessità al loro interno fornendo allo sviluppatore interfacce ad alto livello che semplificano le operazioni di integrazione. Ho nominato volutamente l’ESB in quanto, esso, non è solo uno strumento abilitante all’esposizione di servizi SOA ma, in primis, è uno strumento di integrazione fra applicazioni eterogenee.
eai02
La scelta corretta dello strumento di integrazione è di vitale importanza: in genere l’azienda, per ridurre i costi, cerca di selezionare uno strumento “general purpose” in grado di eseguire la maggior parte delle integrazioni. Questo puo portare, però, alla creazione di un’infrastruttura poco performante con molti colli di bottiglia e problemi di stabilità e sicurezza. In pratica, è necessario studiare ogni necessità di integrazione dell’azienda e selezionare la soluzione migliore per implementarla: applicazioni differenti possono avere necessità di integrazione differenti per cui, se si seleziona lo stesso strumento di integrazione per tutte quante, alcune di esse potrebbero non trarre beneficio dall’EAI.
Negli ultimi anni le tecnologie basate su XML e Web Services hanno portato nuova linfa all’Enterprise Application Integration fornendo, finalmente, strumenti standard per l’interscambio di informazioni. Tali tecnologie, però, devono essere utilizzate con accortezza in modo da ridurre gli impatti prestazionali e di sicurezza che possono comportare.
eai03

Durante la mia attività lavorativa ho manturato una notevole esperienza nell’implementazione e nella progettazione di architetture di integrazione sia con il mondo legacy che con il client/server. Ho anche collaborato alla realizzazione di diverse architetture di integrazione basate su XML e Web Services. Sono, inoltre autore e docente di diversi corsi e seminari in ambito EAI, XML e Web Services.